Schegge
Letture brevi per teste veloci

Settimana del
04/09/2017

  • Bridge Weekly Post #59

Scheggia di negoziazione #26

Confusione verbale: negoziazione vs compromesso

Confusione verbale, confusione nel fare.
I canali attraverso cui viaggia la comunicazione di massa, giornali radio TV, web, abusano costantemente delle parole, facendo un’impropria e a tratti dannosa campagna di educazione.

Le parole vanno spese con responsabilità.

Non ci stancheremo mai di dirlo: il compromesso non ha nulla a che vedere con la negoziazione. I due concetti non vanno in alcun modo sovrapposti.

Condividi
  • Bridge Weekly Post #59

Scheggia di comunicazione efficace #26

Pensiero e parola

La parola struttura il pensiero, ma prima di usarla il pensiero va a sua volta organizzato.
Anche le emozioni, quelle più intense, se destrutturate potrebbero devastare e investire come un fiume in piena. E quindi essere rifiutate.

Mozart regala emozioni, ma la sua musica, come le melodie di ogni tempo, risponde a delle regole.

Vuoi narrare una vacanza appena trascorsa, magari un viaggio, ai tuoi amici? Perché ti ascoltino, fai ordine. Inizia per esempio raccontando della partenza, evoca poi la permanenza e concludi con le sensazioni del ritorno.

Condividi
  • Bridge Weekly Post #59

Scheggia di scrittura efficace #26

Dal semplice al complesso

Un buon modo per organizzare il tuo contenuto è partire dal semplice per arrivare al complesso.
Facciamo l’esempio di un manuale di utilizzo di uno smartphone. La pagina iniziale dovrebbe spiegare solo i primi rudimenti per metterlo in funzione, consentendo a tutti di iniziare senza fatica.

Per chi poi volesse approfondire, spinto da una vocazione nerd, le pagine successive riserveranno maggiori istruzioni.

In questo modo non spaventerai nessuno e il tuo messaggio sarà più fruibile.

Condividi

Settimana del
24/07/2017

  • Bridge Weekly Post #58

Scheggia di negoziazione #25

Fattore culturale

In negoziazione farsi influenzare da stereotipi e pregiudizi culturali è estremamente rischioso.
La negoziazione è una relazione tra persone. Ogni persona è espressione della propria cultura di riferimento, ma anche e soprattutto sintesi in costante evoluzione della propria esperienza e personalità.

I due esperti di multiculturalismo Jan Hofstede e Paul Pedersen, coautori di Exploring Cultures, ci esortano a non emettere giudizi frettolosi sul comportamento delle persone, a non farci fuorviare dai pregiudizi e dalla rigidità degli stereotipi

Condividi
  • Bridge Weekly Post #58

Scheggia di comunicazione efficace #25

Il cuore

Quando il tempo a tua disposizione è poco e l’interlocutore – capo, cliente, collega ecc. – ha fretta, niente panico. Ripercorri mentalmente i punti del tuo discorso, ogni messaggio ha un cuore, no?! Focalizzati su quello ed elimina il contorno.
Avrai sempre tempo di approfondire in un secondo momento, inviando la presentazione completa per esempio.
Diversamente il poco tempo a tua disposizione rischia comunque di andare sprecato.

Condividi
  • Bridge Weekly Post #58

Scheggia di scrittura efficace #25

La vaghezza

La vaghezza non è mai buona cosa. “Le farò sapere” potrebbe diventare “Le farò sapere entro le ore x del giorno y”. Basta solo questa maggiore precisione per generare più fiducia, e dove c’è più fiducia, ci sono maggiore velocità e minori costi.
In più, sapere che tu hai le idee chiare sul quando mi dà l’idea che tu sia una persona organizzata, puntuale e attenta. E non è poco.

Condividi

Settimana del
17/07/2017

  • Bridge Weekly Post #57

Scheggia di negoziazione #24

La strategia della chiusura

Dilatare nel tempo una negoziazione ti espone a molti rischi: pretese, ripensamenti, cambi di interlocutori, eventi esterni di disturbo, fino al niente di fatto. È una tattica comune, scontata e deleteria per la relazione, per sfinire l’interlocutore e indurlo a cedere. Può minare profondamente la fiducia tra le parti.
È giusto prendere le pause opportune per riflettere e far riflettere. Al contrario ogni intento meramente dilatatorio fa parte di una strategia che rivela povertà di contenuti e mancanza di reale potere.

Condividi
  • Bridge Weekly Post #57

Scheggia di comunicazione efficace #24

Parole chiave

Organizza le tue idee servendoti di parole chiave.
Pensa alla tua audience, alle competenze e alle conoscenze di chi ti ascolta, e usa parole facili da comprendere.
Così faciliti l’assimilazione dei concetti e tieni alto il livello di attenzione. Per te è più facile mantenere il filo del discorso e per loro seguirti e ricordarti.

Condividi
  • Bridge Weekly Post #57

Scheggia di scrittura efficace #24

Un orpello vale uno sbadiglio

Infarcire la scrittura di barocchismi, di parole desuete o di figure retoriche appesantisce la lettura. Induce il tuo lettore a sbadigliare spesso e, nei casi peggiori, a cestinare.
Esclusi i termini tecnici inevitabili, ogni parola ha almeno un sinonimo più breve, chiaro ed efficace. Alleggerire i testi è solo una questione di esercizio e di attenzione verso il tuo interlocutore. Fallo: te ne sarà grato.

Condividi

Iscriviti al Weekly Post

Iscrivendoti al Weekly Post riceverai gratuitamente un estratto del libro “Il Manager della Negoziazione” di Alessandra Colonna, Managing Partner di Bridge Partners®

Iscriviti Ora