Negoziazione

Per negoziare serve un insieme di abilità comportamentali che non si possono improvvisare.


Riteniamo che l’atto del negoziare abbia un valore strategico altissimo, ma che spesso sia guidato da molta improvvisazione.

Commissari tecnici e negoziatori

Tutti sappiamo che l’atto del negoziare ha un valore strategico altissimo.
Quando si parla di negoziazione, succede come con la Nazionale di calcio: tutti si sentono commissari tecnici, o nel nostro caso negoziatori.
E perlopiù tutti pensano di essere eccellenti e di sapere già tutto.
Ma è davvero così?

Noi siamo convinti che disporre di parametri oggettivi di valutazione, che solo un metodo può dare, sia indispensabile.

Infatti, il raggiungimento del proprio obiettivo non è di per sé un criterio di successo negoziale: il punto è come lo si raggiunge, e a che prezzo in termini di valore e relazioni.

Dote innata o competenza acquisita?

La negoziazione non è una capacità posseduta in automatico per effetto della professione svolta.
Non è una seconda pelle.
Per negoziare non bastano talento, istinto e esperienza.
E neppure la conoscenza tecnica.
Serve un insieme di abilità comportamentali che non si possono improvvisare.

Così, per sviluppare la capacità negoziale abbiamo messo a punto un metodo e un approccio ad hoc.
E lo abbiamo fatto ispirandoci a un famoso esperto di negoziazione, Gavin Kennedy, ideatore di “8 Steps Approach®”.

Comportamento individuale o organizzativo?

Siamo certi che la negoziazione sia unicamente un comportamento individuale e non piuttosto un comportamento organizzativo?

I corsi


Prove Tecniche di Negoziazione®

Workshop di allenamento della capacità negoziale

NegoPro®

Corso avanzato di tecniche di negoziazione efficace

Altro nella sezione Formazione


Iscriviti al Weekly Post

Iscrivendoti al Weekly Post riceverai gratuitamente un estratto del libro “Il Manager della Negoziazione” di Alessandra Colonna, Managing Partner di Bridge Partners®

Iscriviti Ora