Schegge
Letture brevi per teste veloci

Settimana del
26/06/2017

  • Bridge Weekly Post #54

Scheggia di negoziazione #21

Il potere della sintesi

Non dare nulla per scontato durante una negoziazione. A cominciare dall’idea che l’interlocutore abbia compreso tutti i dettagli della tua proposta.

Riepilogare e chiarire più volte nel corso della trattativa aiuta a procedere a passi piccoli, ma sicuri, verso l’accordo. E ti mette al riparo da omissioni e fraintendimenti che potrebbero mandare in fumo il tuo obiettivo negoziale e pregiudicare la relazione.

Sintetizzare con frequenza ti consente anche di rallentare: un breve stacco nel flusso delle parole per consentirti di organizzare le idee.

Condividi
  • Bridge Weekly Post #54

Scheggia di comunicazione efficace #21

A domanda, domanda

Ti è mai capitato di essere interrogato a bruciapelo da un capo, un cliente o un collega, magari su un argomento che ti imbarazza o su cui non sei preparato?

Guadagnare tempo, in questi casi, è il modo migliore per affrontare l’ostacolo. Come? Approfondendo.

Se chiedi al tuo interlocutore di spiegarti meglio la domanda, chiedendo di approfondire, chiarire o fare un esempio circostanziato, lo costringi a riflettere, gli manifesti attenzione e lo porti a circoscrivere il tema.

Così la tua replica potrà essere più precisa e puntuale.

Condividi
  • Bridge Weekly Post #54

Scheggia di scrittura efficace #21

Passivo o attivo?

Ci sono persone passive e persone attive. Lo stesso vale per la scrittura.

Ti sarà capitato di imbatterti in testi lenti, privi di ritmo e di fluidità. Spesso contengono una forma passiva. Il burocratese è l’esempio da manuale: “è stato raggiunto l’accordo”, “le tasse sono state ridotte”…

Con un verbo attivo, invece, la frase prende vita, enfatizza l’azione e acquista energia. Da persona passiva verrai percepita persona attiva.

Condividi

Settimana del
19/06/2017

  • Bridge Weekly Post #53

Scheggia di negoziazione #20

Il gregario

Tutti siamo istintivamente “capitani” quando negoziamo: parliamo, esprimiamo opinioni, conduciamo i giochi.

Cerca anche il sostegno, attingendo alle tue risorse o a quelle di un collega, di un buon gregario. Il gregario serve per fare chiarezza, porre le domande che come capitano ti sono sfuggite, sintetizzare, anche solo allo scopo di rallentare e darti modo di pensare.

Potremmo definirlo “la casalinga della negoziazione”: quando fa il suo dovere nessuno lo nota, ma se viene a mancare le conseguenze si vedono eccome!

Condividi
  • Bridge Weekly Post #53

Scheggia di comunicazione efficace #20

Dal caos all’ordine con metodo

Quando comunichi le tue idee persegui un obiettivo: sii chiaro.
Tre passi.

  1. Seleziona le idee. Tanto se non lo fai tu lo faranno gli altri.
  2. Organizzale con un metodo, che aiuta a razionalizzare i flussi del pensiero.

Facciamo un esempio: devi parlare di te a un breve giro di tavolo durante una riunione con nuovi colleghi.
Supponiamo che tu abbia vissuto in tante città. Scegline tre, simili per grandezza, e usale come gancio per raccontare tre episodi significativi della tua vita. È più efficace di una confusa narrazione della tua autobiografia, no?

3. Tienile separate: un’idea alla volta, senza aprire troppe parentesi.

Condividi
  • Bridge Weekly Post #53

Scheggia di scrittura efficace #20

Arricchire il vocabolario

L’italiano è una lingua molto ricca.
Il lemmario del Grande Dizionario Italiano dell’Uso di Tullio De Mauro ne annovera più di 260.000 (fonte: Lingua Italiana, Treccani).

Ciò significa che per esprimere un concetto hai un elevato numero di parole. Per creare ritmo e musicalità nei tuoi testi sforzati di arricchire il vocabolario.

Un esempio? Al posto di scrivere “Sono molto arrabbiato”, prova con “Sono furioso”. E così via.

Condividi

Settimana del
12/06/2017

  • Bridge Weekly Post #52

Scheggia di negoziazione #19

Bufale negoziali

La bufala più grande che ci sia è che esistano negoziazioni a tavolino precostituite.

Un negoziatore capace crea opportunità negoziali perché sa che in natura la negoziazione non esiste. Il caos è natura, non l’ordine. Ecco perché creare ordine e costruire armonia sono due grandi capacità.

Condividi
  • Bridge Weekly Post #52

Scheggia di scrittura efficace #19

Il gerundio

“Essendomi recato in questura e avendo denunciato il furto posso ora contattare l’assicurazione”.

“Dopo la denuncia in questura, contatto l’assicurazione”.

Quale ti sembra più fruibile?

L’abuso ricorrente del gerundio rientra in quello sfoggio di pseudo lingua colta di cui siamo tutti vittime.
Il che non significa che il gerundio non vada usato, ma è come per i dolci: fanno male se mangiati tutti i giorni in abbondanza!

Condividi

Settimana del
05/06/2017

  • Bridge Weekly Post #51

Scheggia di negoziazione #18

Negoziazione e emotività

L’emotività gioca un ruolo importante quando si negozia.
Pressano i tempi, gli interessi in gioco, gli interlocutori stessi, con i loro modi maleducati.
Tutto normale.

Le emozioni sono importanti, impensabile eliminarle, verrebbe meno l’umanità.
Tuttavia, destabilizzano. Un rischio fra i tanti: personalizzare la trattativa negoziale.

Come ridurne l’impatto negativo?
Concentrandoti sul problema da risolvere, che va oltre la persona seduta di fronte a te o la situazione contingente che stai vivendo.

Come farlo?
Attivando l’ascolto, per esempio.
Ti permetterà di riflettere, ponderare e smussare il carico emotivo.

Condividi

Iscriviti al Weekly Post

Iscrivendoti al Weekly Post riceverai gratuitamente un estratto del libro “Il Manager della Negoziazione” di Alessandra Colonna, Managing Partner di Bridge Partners®

Iscriviti Ora